Mostre in corso

NOI CONTINUIAMO L'EVOLUZIONE DELL'ARTE

Arte informale dalle collezioni della GAM Torino

 

a cura Riccardo Passoni

 

Cuneo, Complesso monumentale di San Francesco

 

23 ottobre 2018 - 20 gennaio 2019 

 

Dopo la mostra sulla Pop Art italiana, la Fondazione CRC e la GAM - Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea di Torino portano a Cuneo un nuovo grande evento espositivo, dal titolo Noi continuiamo l'evoluzione dell'arte. Arte informale dalle collezioni della GAM Torino. 

 

La mostra, a cura di Riccardo Passoni, nasce dalla volontà di tracciare una ricerca organica su una serie di esperienze artistiche manifestatesi negli anni Cinquanta e riconducibili alla corrente conosciuta come arte informale. L'esposizione presenta una selezione di sessanta opere provenienti dalla collezione della GAM, di pittori e scultori italiani attivi nel secondo dopoguerra: da Alberto Burri a Lucio Fontana, da Carla Accardi a Giuseppe Capogrossi, passando per il Gruppo degli Otto (Afro, Birolli, Corpora, Moreni, Morlotti, Santomaso, Turcato e Vedova).

 

In mostra di Gastone Novelli l'opera Merde sur ma merde (1957).

FOTOGRAFARE

L'ARTE

 

a cura di Tatiana Agliani, Renato Corsini, Albano Morandi, in collaborazione con Massimo Minini

 

Brescia, Ma.Co.f. Centro della fotografia italiana

 

10 novembre 2018 - 13 gennaio 2019 

 

 

La mostra testimonia lo sguardo sul mondo dell'arte dei maggiori protagonisti della fotografia italiana. Un racconto espositivo i cui protagonisti sono da una parte i fotografi e dall'altra le personalità più illustri dell'arte nazionale e internazionale. Sono esposte, tra le altre, foto di Ugo Mulas, Mario Dondero, Santi Visalli, Ferdinando Scianna, Claudio Abate, Elisabetta Catalano, Luigi Ghirri, Paolo Mussat Sartor e Gianni Berengo Gardin. 

 

Lungo il percorso si evidenziano i diversi ruoli assunti dal fotografo: ritrattista alla ricerca di un'identità da svelare, interprete dell'opera, insostituibile testimone di performance irripetibili, narratore storico dell'evoluzione dell'arte ed infine lui stesso artista.

 

Tra gli artisti ritratti, oltre a Gastone Novelli fotografato da Ugo Mulas, vi sono Salvator Dalì, Giorgio De Chirico, Andy Wharol, Mimmo Rotella, Mario Merz, Jannis Kounellis e molti altri.

 

 

100% ITALIA - CENT'ANNI DI CAPOLAVORI

 

 

progetto a cura di Andrea Busto

 

Torino, MEF - Museo Ettore Fico

 

21 settembre 2018 – 10 febbraio 2019

 

100%Italia è una mostra dedicata agli ultimi cento anni di arte italiana, dall’inizio del Novecento ai giorni nostri. Con un percorso storico esaustivo, il progetto è l’occasione per evidenziare il ruolo preminente dell’arte italiana, che ha saputo segnare profondamente la creatività europea e quella mondiale.

Ogni anno e ogni decennio sono stati contraddistinti da forti personalità che hanno influenzato l’arte del “secolo breve” e oltre; nessuna nazione europea ha saputo infatti offrire artisti e capolavori, scuole e movimenti, manifesti e proclami artistici con la continuità dell’Italia.

 

L'opera di Gastone Novelli Conoscenze (1960) è esposta nella sezione Astrazione curata da Claudio Cerritelli al MEF di Torino. Nella stessa sezione opere di Carla Accardi, Afro, Antonio Calderara, Giuseppe Capogrossi, Dadamaino, Piero Dorazio, Pinot Gallizio, Bice Lazzari, Osvaldo Licini, Alberto Magnelli, Fausto Melotti, Bruno Munari, Achille Perilli, Mauro Reggiani, Carol Rama, Antonio San ippo, Emilio Scanavino, Atanasio Soldati, Giulio Turcato, Luigi Veronesi.

 

TIME IS OUT OF JOINT

 

Roma, Galleria Nazionale d'Arte Moderna

 

dal 11 ottobre 2016

 

L’esposizione, il cui titolo cita i versi dell’Amleto di William Shakespeare “The time is out of joint”, sonda l’elasticità del concetto di tempo, un tempo non lineare, ma stratificato, che sembra porre in atto il dilemma dello storico dell’arte Hans Belting “la fine della storia dell’arte o la libertà dell’arte”.

È il definitivo abbandono di qualsiasi linearità storica, per una visione che dispiega, su un piano sincronico, le opere come sedimenti della lunga vita del museo: da Giacomo Balla, Gustav Klimt, Lucio Fontana, Alberto Giacometti a Cristina Lucas, Adrian Paci, Sophie Ristelhueber, per citarne alcuni.

 

Di Gastone Novelli in mostra Poetry reading tour e Il grande linguaggio.

L’Archivio Gastone Novelli è nato nel 1995 per volontà degli eredi che hanno in quell'anno avviato un lavoro di ordinamento e catalogazione dei materiali lasciati dall’artista alla sua morte, avvenuta nel 1968.

 

L’Archivio si propone di essere un luogo di studio e di conservazione, acquisizione e catalogazione scientifica dei documenti relativi alle opere e alla vita di Novelli.

Lo studio e l’archiviazione dell’opera, oltre all’approfondimento e conoscenza dell’attività dell’artista, sono finalizzati alla redazione del catalogo generale. Il primo volume dedicato alle opere su tela e alle sculture è stato pubblicato dall’Archivio in collaborazione con il Mart, Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto, nel maggio 2011 (SilvanaEditoriale). Attualmente è in preparazione il secondo volume dedicato alle opere su carta, ai libri, alle ceramiche, ai gioielli e agli allestimenti realizzati dall’artista.

Legata all’attività di studio, l’Archivio fornisce ai proprietari delle opere di Novelli un servizio di archiviazione. 

 

L’archivio si propone inoltre di promuovere e sviluppare iniziative e attività culturali dirette ad approfondire la conoscenza e lo studio dell’attività artistica di Novelli. A questo scopo collabora attivamente con istituzioni pubbliche e private alla realizzazione di mostre e pubblicazioni relative all'opera dell'artista.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Archivio Gastone Novelli Via Dei Monti Parioli 4 00197 Roma