GASTONE NOVELLI

MOSTRE

MUSEI

LIBRI E VIDEO

 

GASTONE NOVELLI

Saturnia, le origini, la magia del segno

 

 

a cura di Guglielmo Buda e Anna Cristina Caputi

 

 

Nel 1963 Gastone Novelli comprò un terreno in prossimità delle cascate di Saturnia dove costruì una piccola casa, luogo dove ricaricarsi, dove lavorare e incontrare gli amici, scrittori e artisti. Dopo quasi sessant’anni quel filo che legava Novelli a Saturnia continua a esistere. Dal 9 aprile 2022 all’8 gennaio 2023 il Polo Culturale “Pietro Aldi” di Saturnia (GR) ospita la mostra Gastone Novelli: Saturnia, le origini, la magia del segno, la prima monografica sull'artista dopo diversi anni.

 

La sinuosità del paesaggio collinare maremmano, il moto costante delle acque sulfuree e la marcata caratterizzazione archeologica dell'area influenzarono l’immaginario poetico di Gastone Novelli, che dedicò a Saturnia una serie di opere. Disegni, sculture e tele dell'artista, esposti in relazione a una selezione di reperti etruschi e romani provenienti dal locale Museo Archeologico, rivelano così il suo legame con Saturnia.

 

La mostra, realizzata grazie al contributo del Comune di Manciano e di Terme di Saturnia Spa & Golf Resort, è curata da Guglielmo Buda e Anna Cristina Caputi, fondatori dell'associazione Guna Contemporary, in collaborazione con l'Archivio Gastone Novelli.

 

Ingresso gratuito.

 

[maggiori info qui]

 

[GUARDA IL SERVIZIO SU LA7- Artbox (minuto 7.17)]

 

ROMA 50-60

Un'avventura fra immagine e materia

 

Roma, Galleria Marchetti

 

9 giugno - 28 luglio 2022

 

a cura di Silvia Pegoraro

 

In occasione dei suoi 25 anni di attività, la Galleria Marchetti di Roma ospita la mostra “ROMA 50-60 – Un’avventura fra immagine e materia”. Attraverso le opere di venticinque artisti attivi a Roma negli anni ’50 e ’60 si ripercorrono quei due intensissimi decenni caratterizzati da un rinnovamento socio-culturale.

 

Sono artisti di diverse generazioni, rappresentativi di diverse tendenze stilistiche e tipologie di lavoro: gli sviluppi della Scuola Romana (Omiccioli, Quaglia, Raphaël, Stradone, Ziveri); gli sviluppi della ricerca sull’astrazione (Accardi, Boille, Dorazio, Novelli, Perilli, Rotella, Sadun, Sanfilippo, Turcato); il realismo, tra espressionismo e impegno sociale (Attardi, Checchi, Maccari, Muccini, Vespignani); l’arte più strettamente collegata alla Pop Art americana (Angeli, Ceroli, Festa, Mambor, Schifano, Tacchi).

 

Gastone Novelli è rappresentato in mostra dal dipinto “Strappo” del 1957.

VARIAZIONE NELLA RIPETIZIONE

Gaibazzi e la scrittura nelle arti visive

 

Parma, Palazzo del Governatore

 

21 maggio - 24 luglio 2022

 

a cura di Francesco Tedeschi e Andrea Piazza

 

Organizzata da Associazione Remo Gaibazzi e Assessorato alla Cultura del Comune di Parma e con il sostegno della Regione Emilia-Romagna, l’esposizione intende proseguire l’azione di divulgazione e di approfondimento dell’opera del pittore Remo Gaibazzi (Stagno di Roccabianca, 1915 – Parma, 1994) e rappresenta la conclusione di un ciclo di mostre dedicato ai vari periodi della produzione dell’artista. Qui si prende in considerazione l’ultima fase produttiva dell’artista che va dal 1979 al 1993.

 

La mostra prosegue al secondo piano del palazzo con la sezione, specialmente curata da F. Tedeschi, dedicata al contesto in cui Gaibazzi operava in quel periodo. Vengono presentate opere di artisti di fama internazionale (Roman Opalka, Emilio Isgrò, Alighiero Boetti, Gastone Novelli, Enrico Castellani, Dadamaino, Vincenzo Agnetti e altri ancora) a comporre un dialogo, affrontato per temi, con le opere di Gaibazzi: il segno come materia; la scrittura come variazione del tempo; ripetizione e ritmo; la scrittura e la sua negazione; e altre acnora che potrete scoprire in mostra.

 

Gastone Novelli è rappresentato da due dipinti: “Il terrore viene vicino” del 1960 e “Nea” del 1962.

 

 

[maggiori info qui]

Wall Street. Muri risonanti per un'internazionale urbanista (A Rebours)

 

Rivoli (Torino), Castello di Rivoli Museo d'Arte Contemporanea

Manica Lunga e Casa del Conte Verde

 

24 aprile - 25 settembre 2022

 

a cura di Gianluca Marziani, in collaborazione con Stefano Antonelli.

 

Il Castello di Rivoli Museo d'Arte Contemporanea ha inaugurato “Wall Street. Muri risonanti per un’internazionale urbanista (A Rebours)” a cura di Gianluca Marziani, in collaborazione con Stefano Antonelli. È un excursus sulla storia della Street Art che rientra nella mostra “Espressioni con frazioni”.


Spazio vitale, propaganda e comunicazione sociale, oggetto divisivo nei regimi antidemocratici, il muro è un registratore neutro che incorpora espressioni di ogni tipo, il primo schermo pubblico a creare visual ad alto impatto collettivo.
Il progetto esplora tutto ciò attraverso i lavori di vari artisti: Dubuffet, Basquiat, Gastone Novelli, Kentridge, Pinot Gallizio, Bacon, tra gli altri. Inoltre, viene presentata una selezione di video e fotografie che documentano la Street art dagli anni Settanta ad oggi.

Gastone Novelli è presente con il dipinto "Nascondersi vale la pena" del 1959.

 

[maggiori info qui]

 

INTERTWINGLED - The Role of the Rug in Arts, Craft and Design 

 

Roma, Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea

 

21 marzo - 04 settembre 2022

 

a cura di Martí Guixé e Inga Knölke.

 

La mostra “INTERTWINGLED The Role of the Rug in Arts, Crafts and Design” presso la Galleria Nazionale esplora il tappeto e l’arazzo con oltre 80 opere di pittura, fotografia e design di artisti come Gastone Novelli, Carla Accardi, Bice Lazzari, Antonio Sanfilippo, Fortunato Depero, Alighiero Boetti, Maria Lai e tanti altri. Il progetto espositivo è concepito come un’unica installazione nel Salone Centrale, dove Gastone Novelli è presente con l'arazzo "Segni" del 1968.

 

[maggiori info qui]

 

L’Archivio Gastone Novelli sta raccogliendo la documentazione necessaria alla pubblicazione del secondo volume del catalogo generale dell’artista che sarà dedicato alle opere su carta, agli allestimenti e alle arti applicate.

 

I collezionisti proprietari di queste opere sono invitati a inviare all’archivio il materiale necessario alla pubblicazione (la scheda qui sotto compilata e un’immagine in alta risoluzione dell'opera in formato digitale, cm 20 di base, 300 dpi di risoluzione).

 

ArchivioGastoneNovelli_SchedaArchiviazio[...]
Documento Adobe Acrobat [558.4 KB]

L’Archivio Gastone Novelli è nato nel 1995 per volontà degli eredi che hanno in quell'anno avviato un lavoro di ordinamento e catalogazione dei materiali lasciati dall’artista alla sua morte, avvenuta nel 1968.

 

L’Archivio si propone di essere un luogo di studio e di conservazione, acquisizione e catalogazione scientifica dei documenti relativi alle opere e alla vita di Novelli. Lo studio e l’archiviazione dell’opera, oltre all’approfondimento e conoscenza dell’attività dell’artista, sono finalizzati alla redazione del catalogo generale. Il primo volume dedicato alle opere su tela e alle sculture è stato pubblicato dall’Archivio in collaborazione con il Mart, Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto, nel maggio 2011 (Silvana Editoriale). Attualmente è in preparazione il secondo volume dedicato alle opere su carta, ai libri, alle ceramiche, ai gioielli e agli allestimenti realizzati dall’artista.

Legata all’attività di studio, l’Archivio fornisce ai proprietari delle opere di Novelli un servizio di archiviazione. 

 

L’archivio si propone inoltre di promuovere e sviluppare iniziative e attività culturali dirette ad approfondire la conoscenza e lo studio dell’attività artistica di Novelli. A questo scopo collabora attivamente con istituzioni pubbliche e private alla realizzazione di mostre e pubblicazioni relative all'opera dell'artista.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Archivio Gastone Novelli Via Dei Monti Parioli 4 00197 Roma