GASTONE NOVELLI

MOSTRE

MUSEI

LIBRI E VIDEO

A distanza ravvicinata

 

 

La Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, Roma

 

18 maggio 2020 - 16 ottobre 2020

 

Nella graduale riapertura dei musei al pubblico dopo la chiusura per il Coronavirus, La Galleria Nazionale di Roma dal 18 maggio accoglie i visitatori con una novità: la mostra "A distanza ravvicinata" allestita nel salone centrale. La mostra mette in dialogo una trentina di opere della collezione che non erano esposte da tempo, perciò non molto conosciute.

 

Di Gastone Novelli si possono così riscoprire due tele del 1959, "Gesto respinto" e "Potrebbe uscire" (in foto, a destra).

Tra gli altri artisti presenti: Afro, Franco Angeli, Stefano Arienti, Alberto Burri, Enrico Castellani, Giuseppe Capogrossi, Ettore Colla, Pietro Consagra, Bice Lazzari, Alberto Magnelli, Fausto Melotti, Mirko, Pino Pascali, Achille Perilli, Toti Scialoja.

Scrivere disegnando.

Quand la langue cherche son autre

 

 

a cura di Andrea Bellini e Sarah Lombardi

 

 

CAC - Centre d'Art Contemporain Genève

 

 

29 gennaio 2020 - 3 maggio 2020 (prorogata al 23 agosto 2020)

 

 

La mostra, realizzata in collaborazione con la Collection de l’Art Brut di Losanna, indaga il modo in cui, dagli inizi del XX° secolo ai giorni nostri, gli artisti hanno ricercato l'uso di semplici arabeschi, automatismi, segni ripetuti e scarabocchi, tralasciando la funzione comunicativa della scrittura. [leggi altro]

Marco Rinaldi

Lutte, échec, nouvelle lutte. Terzomondismo e antimperialismo nelle ricerche visuali italiane degli anni Sessanta.

 

"From the European South", n. 6, 2020

 

È online il nuovo numero della rivista FES – From the European South, con un articolo di Marco Rinaldi dedicato ad alcuni artisti italiani degli anni Sessanta che nella loro produzione hanno affrontato temi legati alla politica contemporanea. Il testo è dedicato ad alcuni artisti italiani degli anni Sessanta che nella loro produzione hanno affrontato la politica contemporanea. L’articolo prende il titolo dal dipinto “Lutte, échec, nouvelle lutte” di Novelli che è una citazione da uno scritto di Mao Zedong. L’opera è la famosa tela sul cui retro l’artista scrisse “La Biennale è fascista” per protesta contro l’occupazione de La Biennale di Venezia da parte della polizia nel 1968.

 

Nell’articolo Rinaldi si sofferma sul coerente, costante e anche estremo impegno politico di Gastone, dimostrato per esempio dalla sua partecipazione con opere e parole alle proteste contro la guerra del Vietnam. Significativi sono anche i titoli scelti per i suoi dipinti che ricordano e commemorano azioni di protesta (“Tonnerre printanier” alla Peggy Guggenheim Collection di Venezia e "Cienfuegos" del MoMA The Museum of Modern Art) o omaggiano personaggi come Lev Trotzky (“Per una rivoluzione permanente - per Lev Trotzky” della Galleria dello Scudo, Verona) e Mao appunto (“Rosso fiore della Cina”, Museo del Novecento, Milano).

 

[leggi l'articolo

Ultime da #ALFABETONOVELLI...

 

Alfabeto Novelli è la rubrica con cui l'Archivio Novelli ha inaugurato la sua pagina Facebook e il suo account Instagram. L'intento è raccontare Gastone, partendo dalle lettere dell’alfabeto, una per ogni figura importante nella sua formazione e nella sua carriera (artisti, critici, galleristi, scrittori e così via).

 

 

Questa settimana Alfabeto Novelli è dedicata alla lettera "Z" di Cesare Zavattini, scrittore, giornalista e sceneggiatore che dal 1941 alla seconda metà degli anni Settanta raccolse circa 1500 dipinti di piccole dimensioni, precisamente 8x10 cm. Tra quelli anche due opere di Novelli... [Vai al post]

 

L’Archivio Gastone Novelli sta raccogliendo la documentazione necessaria alla pubblicazione del secondo volume del catalogo generale dell’artista che sarà dedicato alle opere su carta, agli allestimenti e alle arti applicate.

 

I collezionisti proprietari di queste opere sono invitati a inviare all’archivio il materiale necessario alla pubblicazione (la scheda qui sotto compilata e un’immagine in alta risoluzione dell'opera in formato digitale, cm 20 di base, 300 dpi di risoluzione).

 

ArchivioGastoneNovelli_SchedaArchiviazio[...]
Documento Adobe Acrobat [558.4 KB]

L’Archivio Gastone Novelli è nato nel 1995 per volontà degli eredi che hanno in quell'anno avviato un lavoro di ordinamento e catalogazione dei materiali lasciati dall’artista alla sua morte, avvenuta nel 1968.

 

L’Archivio si propone di essere un luogo di studio e di conservazione, acquisizione e catalogazione scientifica dei documenti relativi alle opere e alla vita di Novelli.

Lo studio e l’archiviazione dell’opera, oltre all’approfondimento e conoscenza dell’attività dell’artista, sono finalizzati alla redazione del catalogo generale. Il primo volume dedicato alle opere su tela e alle sculture è stato pubblicato dall’Archivio in collaborazione con il Mart, Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto, nel maggio 2011 (SilvanaEditoriale). Attualmente è in preparazione il secondo volume dedicato alle opere su carta, ai libri, alle ceramiche, ai gioielli e agli allestimenti realizzati dall’artista.

Legata all’attività di studio, l’Archivio fornisce ai proprietari delle opere di Novelli un servizio di archiviazione. 

 

L’archivio si propone inoltre di promuovere e sviluppare iniziative e attività culturali dirette ad approfondire la conoscenza e lo studio dell’attività artistica di Novelli. A questo scopo collabora attivamente con istituzioni pubbliche e private alla realizzazione di mostre e pubblicazioni relative all'opera dell'artista.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Archivio Gastone Novelli Via Dei Monti Parioli 4 00197 Roma