GASTONE NOVELLI

MOSTRE

MUSEI

LIBRI E VIDEO

Marco Rinaldi

Schrift und Bild: fonti e prospettive della verbovisualità in una mostra dimenticata degli anni Sessanta.

 

"Piano b. ARTI E CULTURE VISIVE", V. 5, N.1 (2020)

 

È online l’interessante articolo “Schrift und Bild: fonti e prospettive della verbovisualità in una mostra dimenticata degli anni Sessanta” di Marco Rinaldi per la rivista online Piano b. ARTI E CULTURE VISIVE (Alma Mater Studiorum - Università di Bologna)

 

Nel 1963 viene allestita prima allo Stedelijk Museum di Amsterdam e poi alla Staatlichen Kunsthalle di Baden-Baden la mostra “Schrift und Bild” (Scrittura e Immagine) a cura di da Dietrich Mahlow. L’esposizione si proponeva come una vasta rassegna intorno all’intimo legame tra due piani comunicativi ed espressivi, scrittura e immagine, considerati spesso dal pensiero occidentale come mondi separati e paralleli. Fra gli artisti contemporanei presenti in mostra c’era anche Gastone Novelli con l’opera “Dan” (1961), la cui attività di contaminazione dei due piani espressivi, portata avanti insieme a Alfredo Giuliani, Achille Perilli e Elio Pagliarani, viene ricordata da Rinaldi nell’articolo.

 

[leggi l'articolo

AcusticA 

Omaggio a Gastone Novelli

 

AcusticA è il primo di 5 brani a cui sta lavorando Roberto Vetrano, giovane compositore affascinato dal lavoro di Gastone Novelli.

 

Già il titolo, infatti, rimanda ad una serie di disegni in cui l’artista si interroga e indaga graficamente l’evento sonoro. 

Il brano si presenta come un’esplorazione del suono, dove la scarnificazione estrema del timbro si spinge al limite del rumore: l’utilizzo di oggetti sonori, la preparazione del pianoforte e l’utilizzo di tecniche estese, contribuiscono alla quasi non riconoscibilità degli strumenti stessi, cercando di ingannare così la percezione dell’ascoltatore portandolo al confine illusorio tra suono acustico e non-acustico.

 

Di fatti anche Novelli si spinge ai limiti della rappresentazione, all'essenzialità del segno e della materia, in alcuni casi alla scarnificazione estrema della pittura e, come Vetrano, esplora la tecnica e i procedimenti artistici, in pittura, scultura e non solo, scegliendo e mettendo in contrasto o sovrapponendo più materiali diversi fra loro. Novelli cercava di ricreare un alfabeto di segni, suoni e colori, interessandosi, fra le altre, alla comunicazione delle tribù che incontra in Brasile, analogamente Vetrano cerca un'espressività primigenia, ricreando suoni che stanno all'origine del tutto e scegliendo come strumenti delle pietre da percuotere. 

 

Il brano, edito da ERMES404, è stato eseguito dal Sonar Trio in occasione del Festival Nuova Consonanza di Roma (2020)

 

Quirinale Contemporaneo 2020

Palazzo del Quirinale, Roma

 

a cura di Cristina Mazzantini

 

 

Fino all’anno scorso in molti eravamo soliti approfittare del periodo natalizio per visitare monumenti, musei e mostre. Se oggi fosse stato possibile noi avremmo visitato Quirinale Contemporaneo 2020, progetto nato nel 2019 per promuovere l’arte e il design italiani all’interno del Quirinale e giunto quest’anno alla seconda fase.

Ma non rimaniamo con l’amaro in bocca perché, in attesa della riapertura dei luoghi della cultura, la Presidenza della Repubblica ha realizzato un video in cui è possibile immergersi nei vari ambienti del Quirinale e conoscere le settantuno opere d’arte e di design in essi ospitati per l’occasione.

Al minuto 10 vedrete la Sala Rossa con due opere di Gastone Novelli concesse in deposito dall’Archivio: “Omaggio ai Vandali” e “La luna e i suoi imitatori”. Nonostante il periodo difficile, speriamo possa essere anche per voi un momento di piacere, leggerezza, scoperta e arricchimento.

 

Buon Natale!

Giuseppe Zuccarino

Archivi per la memoria. Simon e Novelli

 

La dimora del tempo sospeso, 2020

 

 

Critico e traduttore, fra gli altri, di Bataille e Klossowski, Giuseppe Zuccarino ci parla dell'evidente fascino intellettuale e creativo esercitato da Gastone Novelli sull'amico Claude Simon.


L'articolo ripercorre il rapporto di scambio e amicizia fra l’artista e lo scrittore francese, soffermandosi sulla forte impressione che quest’ultimo ha ricevuto dall’arte e dalla persona di Novelli, come dimostra Le Jardin des Plantes, libro in cui Simon richiama a più riprese Gastone. Buona lettura!

 

In foto: Gastone Novelli, Liuba, 1961, tecnica mista su tela, 135x135 cm. Di questo dipinto ne parla Simon ne Le Jardin des Plantes, usando per l’opera un altro titolo, Archivio per la memoria.


[Leggi l'articolo]

GIORNATA DEL CONTEMPORANEO 2020
 
La manifestazione, promossa da AMACI - Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani per far conoscere l’arte contemporanea, coinvolge musei, fondazioni, gallerie, studi e archivi d’artista. Con il sostegno di Direzione Generale Creatività Contemporanea del MiBACT e in collaborazione con Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

 

L'Archivio Gastone Novelli per la 16ma edizione della Giornata del Contemporaneo ha realizato un video in cui Giovanola Ripandelli, fonte inesauribile di testimonianze sulla vita e la carriera di Gastone Novelli, ci parla della vocazione per l'arte di Gastone e del suo bisogno innato di vivere l'arte.

 

[GUARDA IL VIDEO]

 

L’Archivio Gastone Novelli sta raccogliendo la documentazione necessaria alla pubblicazione del secondo volume del catalogo generale dell’artista che sarà dedicato alle opere su carta, agli allestimenti e alle arti applicate.

 

I collezionisti proprietari di queste opere sono invitati a inviare all’archivio il materiale necessario alla pubblicazione (la scheda qui sotto compilata e un’immagine in alta risoluzione dell'opera in formato digitale, cm 20 di base, 300 dpi di risoluzione).

 

ArchivioGastoneNovelli_SchedaArchiviazio[...]
Documento Adobe Acrobat [558.4 KB]

L’Archivio Gastone Novelli è nato nel 1995 per volontà degli eredi che hanno in quell'anno avviato un lavoro di ordinamento e catalogazione dei materiali lasciati dall’artista alla sua morte, avvenuta nel 1968.

 

L’Archivio si propone di essere un luogo di studio e di conservazione, acquisizione e catalogazione scientifica dei documenti relativi alle opere e alla vita di Novelli. Lo studio e l’archiviazione dell’opera, oltre all’approfondimento e conoscenza dell’attività dell’artista, sono finalizzati alla redazione del catalogo generale. Il primo volume dedicato alle opere su tela e alle sculture è stato pubblicato dall’Archivio in collaborazione con il Mart, Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto, nel maggio 2011 (Silvana Editoriale). Attualmente è in preparazione il secondo volume dedicato alle opere su carta, ai libri, alle ceramiche, ai gioielli e agli allestimenti realizzati dall’artista.

Legata all’attività di studio, l’Archivio fornisce ai proprietari delle opere di Novelli un servizio di archiviazione. 

 

L’archivio si propone inoltre di promuovere e sviluppare iniziative e attività culturali dirette ad approfondire la conoscenza e lo studio dell’attività artistica di Novelli. A questo scopo collabora attivamente con istituzioni pubbliche e private alla realizzazione di mostre e pubblicazioni relative all'opera dell'artista.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Archivio Gastone Novelli Via Dei Monti Parioli 4 00197 Roma